Burj Khalifa batte il Guinnes dei Primati degli spettacoli di luce

Il grattacielo più grande del mondo è stato trasformato nel set della più grande installazione di luci del pianeta per l’evento di Fine Anno, con più di 100.000 metri quadrati di schermi LED, progettata dal designer AO Creative.

Il grattacielo più alto del mondo – il Burj Khalifa a Dubai – è stato trasformato nel più alto tabellone segnapunti del mondo, in occasione della Coppa del Mondo di calcio. Durante ogni partita, 1,2 milioni di LED dell’edificio, alto 828 metri, si attivano come dei pixel per mostrare gli aggiornamenti in live stream, e si accendono raffigurando la bandiera della nazione vincitrice. Il display della Coppa del mondo è il più recente e innovativo al mondo e si pone come punto di riferimento per il settore della la tecnologia e degli eventi a livello mondiale.

Burj Khalifa light show

Burj Khalifa Show

Sei mesi fa, ha avuto tutto inizio con “Light Up 2018”, un evento che ha battuto il Guinness dei Primati, uno show di luci ed effetti multimediali dedicato all’avvento del nuovo anno. Lo spettacolo di Emaar Properties, compagnia proprietaria di Burj Khalifa, è stata realizzata da AO Creative, la divisione creativa di Atrs Outdoor Lighting Technology. Più di un milione di persone sono giunte a Dubai per vedere lo spettacolo dal vivo. Inoltre, più di 2,5 miliardi di persone hanno seguito l’evento tramite la TV e lo streaming online.

 

Fin dall’inizio, l’intento di Emaar Propoerties era quello di creare il conto alla rovescia più avanzato tecnologicamente e più stupefacente visivamente di tutto il pianeta. Questa installazione immersiva, infatti, rimodellava visivamente la torre del Burj Khalifa e l’area circostante.

Il nostro obiettivo era creare ‘il più grande spettacolo del mondo’ e lasciare una sensazione positiva e duratura, non soltanto per chi stava festeggiando a Dubai, ma per il mondo intero”, ha dichiarato il produttore esecutivo di AO Creative, Marco Niedermeier. “L’idea di Emaar Properties era creare uno spettacolo in una scala diversa dalla solita festa di fine anno. Loro hanno confidato nella nostra abilità di raggiungere l’obiettivo e ci hanno dato carta bianca per sviluppare questo progetto.”

 

Il risultato è stato una fusione di fontane, luce, suono e immagini. Il contenuto ispiratore ha incluso la calligrafia araba, il disegno geometrico e la storia di Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan, il primo presidente degli Emirati Arabi Uniti (UAE). La facciata LED della torre è stato l’elemento centrale del racconto, mentre gli affilati fasci luminosi delineavano le forme distintive degli edifici.

Led Show

Avevamo 109.252 metri quadrati di schermi LED con cui lavorare ed abbiamo sfruttato l’eccezionale altezza e la singolare forma del grattacielo come elementi chiave di un enorme spettacolo che ha esteso le immagini video in un’area circostante ancora più estesa” dice il responsabile di produzione dello show AO Creative, Jerry P. Appelt.

Le sfide di tirare su un evento su una scala così immensa erano davvero considerevoli. Lavorando ad altezze estreme, la squadra AO Creative dei designer grafici e dei tecnici avevano il compito di inquadrare l’intero edificio con potenti fasci di luce e di installare una gru sul pinnacolo più alto per creare una piattaforma capace di supportare tre pesanti unità laser e tre enormi fari da esterno.

“Le sfide sono state innumerevoli e di ogni tipo”, ha dichiarato Niedermeier, “Sebbene avessimo cinque mesi dall’inizio alla fine, la squadra sul posto ha potuto installare l’hardware soltanto durante gli ultimi due mesi, spesso in condizioni davvero molto dure.”

Una volta che l’installazione è stat completata, la squadra dei creativi avrebbe dovuto far girare lo show molte volte per tutta la sua durata. Tuttavia, il contenuto e la sua natura dovevano essere tenuti segreti fino alla notte di capodanno. Questo non sarebbe stato facile visto che lo schermo era visibile da ogni parte della città e anche oltre.

Burj Khalifa World record

Per mantenere la segretezza, il tempo di visione dello show è stato ridotto a brani di venti secondi, e tutto è stato affidato all’abilità del team creativo che doveva assicurarsi che ogni anomalia fosse risolta con sicurezza, prima che lo show andasse live in tutta la sua durata, alle 11:59 della notte di fine anno 2017.

“Vedere l’evento nella sua interezza per la prima volta durante la serata di fine anno è stato emozionante”, dice Niedermeier, “Vederlo girare su una tecnologia che abbiamo progettato ed installato in circostanze così sfidanti, è stato estremamente gratificante. Vedere che ha funzionato esattamente come ce l’eravamo immaginato è stata una gioia enorme.”

L’evento Light Up 2018 ha infranto il Guinnes dei Primati come l’installazione di luci più grande del mondo per un evento di fine anno. In tutto ha visto 280 teste mobili installate intorno al contorno dell’edificio, insieme a schermi LED e fasci di luce speciali sulla facciata. Circa 550 infissi sono stati usati in totale, molti dei quali sono stati smontati per dare spazio ai sollevatori e successivamente sono stati di nuovo installati. In aggiunta, AO Creative ha gestito una squadra di 300 ingegneri specialisti, montatori e tecnici, che hanno costruito e installato circa 120 tonnellate di materiali e passato circa 29 chilometri di cavo.

 

L’impatto dello spettacolo è stato così enorme che l’installazione è stata estesa per la celebrazione del Nuovo Anno Cinese. AO Creative ha realizzato un nuovo video narrativo, con suoni e contenuti video per la serata, a seguito dei quali la produzione originale è stata prorogata fino al 31 marzo 2018.

Burj Khalifa Guinness

 

Articolo originale pubblicato su AV Magazine: link all’articolo.

 

 

by Simone Morganti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>