Come crearsi il proprio Home Cinema: TV o Video-Proiettore?

Come crearsi il proprio Home Cinema: TV o Video-Proiettore?

Tutti a casa abbiamo almeno un televisore, alcuni di noi ne hanno uno per ogni stanza, ma pochi hanno un video-proiettore. Il cinema, quello vero, ha bisogno di un videoproiettore, ma l’home cinema in casa?

In linea generale, la TV per quanto grande possa essere, non riesce a creare un vero effetto cinema, perché non riempie tutto il campo visivo. Almeno se si parla di televisori a un prezzo abbordabile (ad oggi, nel 2018) sono quelli che raggiungono i 65”, mentre le TV 95” o superiori non si trovano a meno di 15-20 mila euro e, a quel punto, conviene di brutto un proiettore.

Le dimensioni contano… diciamocelo. Se la stanza è piccola e la distanza di visione è corta, allora la TV è la soluzione ideale, se invece stiamo parlando di un locale ampio, è di solito consigliato il video-proiettore, oppure entrambe le cose. Se la stanza non è dedicata solo al cinema ed è usata anche per vedere il telegiornale a pranzo, oppure aggiornarci velocemente su una notizia o guardare un filmato di pochi minuti, è consigliabile avere la TV oltre al video-proiettore, per evitare ogni volta di dover attivare la lampada e far scendere lo schermo.

Parliamo solo di video, non di suono, quindi affrontiamo un aspetto fondamentale: la luce. Quanto è luminosa la stanza? Certo, se vi limitate a guardare i film sono quando non c’è il sole, oppure ogni volta chiudete tutte le finestre, il problema non si pone; se, invece, vi piace gustarvi un bel gran premio o una partita di calcio di giorno, valutate bene come impostare il vostro Home Cinema.

Luminosità – La TV è imbattibile, quando si parla di luminosità, perché la luce è emessa direttamente dai led del pannello TV su una superficie piuttosto contenuta, mentre nel caso del proiettore il fascio luminoso deve essere proiettato su uno schermo ampio. Se la stanza non è troppo illuminata, è possibile scegliere un proiettore con un alto valore di Lumen, altrimenti è sempre meglio avere anche la TV.

Definizione – Sfatiamo subito un falso mito: non è vero che la TV è più definita di un Video-proiettore e che sul video-proiettore le immagini sono “sgranate”. Esistono TV Full HD, TV 4K (Ultra HD) ed esistono anche Video-proiettori Full HD e 4K, ma il problema è un altro… lo sapete cosa indicano queste parole? Sono il numero di “punti” (pixel) che formano l’immagine, quindi a parità di punti, se li spalmiamo su una superficie più grande, la distanza fra di loro aumenterà. Provate a vedere un filmato in bassa risoluzione sul vostro smartphone, vi sembrerà più che buona; poi guardatelo sulla vostra TV. Vi sembrerà di vedere un film degli anni ’30 non restaurato. Un buon video-proiettore Full HD vi darà un’immagine pulita e definita, se restiamo nelle dimensioni Home Cinema “normale”, massimo 3-3,5 metri di base di proiezione.

Installazione – a mettere una TV attaccata alla parete o appoggiata su un mobile sono buoni tutti, mentre installare un proiettore con lo schermo può dare dei pensieri, che fanno passare subito la voglia di provare questa soluzione. Prima di acquistare un Video-proiettore è bene capire dove lo possiamo mettere, dove e come installare lo schermo, la distanza di proiezione, la focale del proiettore, ecc. Insomma, un minimo di studio ci vuole. Se, però, volete avere un cinema in casa un po’ di impegno è richiesto, altrimenti vi affidate a dei professionisti del settore e pensano a tutto loro. D’altronde, non vi sognereste mai di installare una caldaia in casa vostra e pagate volentieri un idraulico che lo fa per voi, direi che potete decidere di fare altrettanto con una cosa decisamente più piacevole…

 

Il video proiettore si può installare:

– a soffitto,

– appoggiato su un mobile o su una mensola,

– a scomparsa nel contro-soffitto (soluzione un po’ costosa, ma di grande eleganza),

– NON deve essere necessariamente di fronte perfettamente allo schermo, ma può essere messo anche in posizione sfalsata (basta scegliere un proiettore che abbia la possibilità di correggere la curvatura dell’immagine),

– dietro lo schermo: una soluzione meno comune, ma ideale in alcuni casi,

– vicinissimo allo schermo, a poche decine di centimetri. In questo caso sono necessari proiettori a ottica ultra-corta.

 

Lo schermo si può installare:

– fisso a cornice, come un quadro. Soluzione consigliata nelle stanze dedicate esclusivamente all’Home Cinema, ma non nelle zone living.

– fisso a cornice, come un quadro, celato dietro a un quadro. Esistono soluzioni che consentono di nascondere lo schermo dietro alla tela stampata, all’interno di una cornice. In questo modo, quando non si usa lo schermo, si vede il quadro. Soluzione molto bella, ma altrettanto costosa;

– motorizzato attaccato al soffitto. Soluzione più comune di tutte. Esistono schermi esteticamente gradevoli, che non disturbano l’estetica della stanza. Ci sono soluzioni non motorizzate, più economiche, ma che sconsigliamo vivamente, in termini di praticità. Consigliamo sempre schermi motorizzati e tensionati. Tensionato significa che la tela è messa in trazione da dei cavi collegati a dei pesi, migliorando decisamente la qualità dell’immagine. Clicca qui per vedere un esempio.

 

 

Schermo Screenline

Schermo motorizzato tensionato

 

– Motorizzato nel contro-soffitto. Soluzione ideale, se abbiamo la fortuna di avere un contro-soffitto. In questo modo, senza incrementare troppo il budget, è possibile avere uno schermo che si vede solo all’occorrenza. Clicca qui per vedere un esempio.

 

Inceiling Tensioned Ambient

 

– Nessuno Schermo. C’è chi dice “Perché devo spendere soldi in uno schermo, se posso proiettare su una parete bianca?”. Semplice, perché la parete bianca non riflette la luce come la tela di uno schermo, altrimenti decine di migliaia di cinema nel mondo avrebbero risparmiato moltissimo, lasciando una parete al posto dello schermo. Esistono vernici apposite per proiezioni, ma si usano in rari casi, visto il costo, se raffrontato a uno schermo di pari prestazioni. Ricordiamoci che parliamo di Home Cinema, non di sale riunioni. Quindi non dobbiamo vedere dei grafici o dei fogli excel, ma divertirici e godere con delle immagini belle, di qualità. Poi, come in tutte le cose, ci si può accontentare di tutto, ma se state leggendo ancora questo articolo suppongo che vogliate qualcosa che vi dia soddisfazione…

 

Esistono molteplici modi per farsi un cinema in casa, con budget a partire da circa 1.500 euro (solo per la parte video) per una soluzione standard in una stanza living di dimensioni normali, mentre per una soluzione dedicata all’Home Cinema, di dimensioni e di livello superiore, il budget deve essere almeno raddoppiato. Tutto questo, però, a patto che si facciano le scelte di progetto e di materiali giuste, altrimenti si può spendere tanto e godere poco (o niente, se si fanno degli errori grossolani).

 

Prima di scegliere il prodotto, quindi, definite il progetto e i risultati che volete ottenere. Noi, come sempre, siamo a vostra disposizione.

by Simone Morganti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>